Lavoro agile: come la tecnologia può aiutarvi a lavorare in modo più intelligente

Se avete mai lavorato in un ufficio, saprete che spesso non è il luogo più produttivo a dispetto di quello che si vuole far passare con l’immaginario che l’ufficio propone agli occhi della gente.

Le riunioni di solito sono utili quanto una teiera di cioccolato e troppo spesso i dipendenti devono aspettare che qualcun altro invii loro l’e-mail o il documento di cui hanno bisogno per poter finire il loro lavoro.

Forse siamo usciti dall’era oscura dei promemoria cartacei e delle macchine da scrivere manuali, ma per molti versi gli uffici sono rimasti più o meno gli stessi senza una grossa evoluzione negli anni, ma questo immobilismo non è detto che si debba riproporre nel lavoro agile.

Grazie ai recenti progressi tecnologici e ad alcuni pensatori innovativi, oggi viviamo in un mondo in cui le aziende possono essere più produttive che mai anche senza il limite di un ufficio fisico.

Con nuovi approcci alla gestione, alla comunicazione e persino alle tecniche di sviluppo del software, non c’è mai stato un momento migliore per le aziende per abbandonare i metodi di lavoro obsoleti e abbracciare nuovi modi di pensare.

Che cos’è il lavoro agile?

Il lavoro agile è un approccio gestionale progettato per rendere il lavoro più flessibile, efficiente e produttivo, spesso utilizzato nel settore tecnologico, dove è importante che i dipendenti siano in grado di rispondere rapidamente a nuove sfide e opportunità. Nasce come il miglioramento della situazione lavorativa e personale dei dipendenti che possono lavorare anche a distanza senza avere più obblighi e vincoli di orario ne di presenza in uffici magari lontani parecchi chilometri dalla propria abitazione.

Ad esempio, se un membro del team è malato, un altro può riprendere il suo lavoro o lo stesso lavoratore può completare il suo compito direttamente da casa collegandosi con una Vpn al computer del proprio ufficio.

Se un cliente richiede improvvisamente una modifica significativa al progetto, il team può adattarsi più rapidamente a questi cambiamenti. Gli approcci agili comportano una grande collaborazione, ma anche una forte attenzione alla realizzazione delle cose. Piuttosto che avere piani lunghi e dettagliati, il lavoro agile pone l’accento su obiettivi più brevi e mirati. Il team dovrebbe poi riunirsi regolarmente per verificare i progressi rispetto a questi obiettivi e modificarli, se necessario.

Il lavoro agile entra sicuramente negli ultimi anni nel vocabolario anche grazie ai lavori digitali che hanno preso il sopravvento, sostituendo numerosissime mansioni che stanno scomparendo piano a piano.

Abbiamo quindi bisogno di avvalerci di strumenti per lo smart working che siano in grado di accelerare e di aiutarci a gestire al meglio la nostra routine lavorativa.

Una premessa a tutto questo articolo che vi aspetta è doverosa, per fare tutto quello elencato in questo articolo è necessario avere una connessione a internet, altrimenti nulla di quanto elencato sarà possibile.

L’unico vantaggio è ormai l’onnipresenza di offerte ADSL che possono aiutarci a tenere i costi bassi della nostra linea fissa e quindi diminuire le spese mensili che vanno a gravare sul nostro portafoglio.

Uffico virtuale vs Ufficio Tradizionale

Molte aziende hanno abbandonato l’idea di far lavorare i dipendenti nello stesso ufficio, soprattutto quando assumono lavoratori a distanza, anche se avere tutti nello stesso ufficio ha senso sopratutto quando si parla di lavori di gruppo, spesso non è efficiente o conveniente sopratutto visto gli aumenti di spesa che stanno investendo i vari proprietari a diverso livello.

Con gli uffici virtuali, invece, le aziende possono assumere persone da tutto il mondo. L’avvento delle videoconferenze e di altri strumenti di collaborazione ha contribuito a trasformare l’idea degli uffici virtuali in una realtà più produttiva. Con strumenti come Slack, Trello, Zoom o Google Hangouts, è possibile comunicare sui progetti con i colleghi come se si fosse seduti nella stessa stanza. I computer portatili, i tablet e gli smartphone hanno contribuito a rendere più facile lavorare da qualsiasi luogo.

Lavorare senza ufficio

Sebbene lavorare in un ufficio virtuale possa essere un’ottima opzione per le aziende, a volte non è possibile trovare lavoratori a distanza. Questo è particolarmente vero per alcuni settori, come la sanità, l’istruzione e la legge. Spesso è anche il caso delle aziende più piccole che vogliono mantenere bassi i costi.

Per questo tipo di aziende, lavorare senza ufficio non è solo una possibilità, ma una necessità. Ma questo non significa che debbano sacrificare la produttività. Negli ultimi anni si sono diffuse nuove tecnologie e strumenti che le aziende possono utilizzare per lavorare senza ufficio.

Questi strumenti hanno contribuito a rendere il lavoro senza ufficio altrettanto efficace e produttivo di quello in ufficio, ad esempio, con gli strumenti SaaS, i dipendenti possono accedere al software di cui hanno bisogno per svolgere il proprio lavoro da remoto, in questo modo possono utilizzare lo stesso software che utilizzerebbero se fossero in ufficio.

I nomadi digitali non sono sicuramente una trovata pubblicitaria e il loro movimento sta aumentando di giorno in giorno, complice anche la possibilità di lavorare dove si vuole che ormai in molti settori è la prassi, sopratutto fuori dall’Italia.

Molti utenti scelgono i paesi Asiatici per il costo infinitamente minore sia della vita che delle spese connesse, una delle mete più gettonate è la Thailandia ma rimane sempre in voga anche le Canarie, seppur ora il costo di permanenza si sia notevolmente alzato.

Strumenti di comunicazione integrati

In un ufficio, la comunicazione può essere una sfida. Bisogna fare affidamento sugli altri per comunicare con noi, ad esempio inviando un’e-mail o telefonando. Chiunque abbia mai lavorato in un ufficio sa che questo non è sempre il modo più efficiente di comunicare. Uno studio ha infatti dimostrato che chi lavora in ufficio passa più di due ore al giorno a leggere e rispondere alle e-mail. Si tratta di una quantità enorme di tempo che potrebbe essere impiegata in modo più produttivo.

Non sorprende quindi che sempre più aziende cerchino di migliorare il loro modo di comunicare. In molti casi, ciò significa abbandonare la posta elettronica per la maggior parte delle comunicazioni e passare a strumenti di comunicazione più integrati. Questi strumenti aiutano a mantenere i team in contatto e ad assicurarsi che tutti siano sulla stessa pagina. Contribuiscono a ridurre la quantità di tempo che le persone dedicano alla posta elettronica e, di conseguenza, a diventare più produttive.

Strumenti di videoconferenza

Al giorno d’oggi esistono molti strumenti per le videoconferenze e la maggior parte di essi offre funzionalità simili. È possibile trovare piani gratuiti con alcune limitazioni o piani aziendali per webinar e videoconferenze con centinaia o addirittura migliaia di partecipanti.

Poiché le cose cambiano rapidamente, i fornitori di questi servizi aggiungono ulteriori funzionalità ai loro piani gratuiti, che oltre a funzionare da computer, possono essere utilizzati da smartphone e tablet o funzionare in un browser senza installazione, sono ormai passati i tempi delle comunicazioni traballati, ora grazie alle webcam di nuova generazione si possono anche eseguire streaming su twitch di alto livello, cambiando completamente la qualità di visualizzazione del video.

Ovviamente ho elencato i programmi più utilizzati anche a livello aziendale per comodità e per sicurezza, nessuno ovviamente vi vieta di organizzarvi come meglio preferite.

I programmi per le videoconferenze più conosciuti:

Zoom;
Skype;
Google Meet;
Microsoft Teams:
Discord;
Google Dup.

Ci sono molte scelte se si desidera trasmettere video e audio, condividere lo schermo o una singola finestra, chattare, inviare documenti e altro ancora. Queste applicazioni, in modalità “base”, sono abbastanza facili da usare; tutte hanno un’integrazione con il calendario che consente di organizzare e pianificare le riunioni inviando un link ai partecipanti e avvisandoli. Tutte queste applicazioni utilizzano la webcam integrata del computer.

Suite per la produttività

Tutti i pacchetti di licenze commerciali sono dotati di un’area online in cui collaboratori, dipendenti e clienti possono accedere ai file. L’e-mail dovrebbe essere l’ultima risorsa se si lavora con apparecchiature di automazione d’ufficio. Per imparare come funzionano i vostri strumenti, passate un po’ di tempo con loro. Microsoft Office 365 è il pacchetto di software per l’automazione dell’ufficio più diffuso e viene fornito con un terabyte di spazio di archiviazione su OneDrive in tutte le versioni (tranne quella per studenti). Con il relativo software installato, è possibile sincronizzare una o più cartelle del computer con il cloud mentre si lavora come di consueto, e i documenti saranno sempre aggiornati nel cloud e accessibili da qualsiasi luogo, anche in viaggio e solo con un browser.

L’azienda potrebbe fornire licenze di tipo aziendale, che consentono di utilizzare il computer personale, il tablet e il telefono; verificare con il reparto IT se è possibile utilizzare la licenza su tutti e tre i dispositivi.

Strumenti intelligenti per un lavoro intelligente

Con l’avvento di Internet, le aziende sono state in grado di digitalizzare gran parte del loro lavoro. Ma negli ultimi anni si è passati dalla semplice digitalizzazione del lavoro alla trasformazione digitale. Si tratta di un approccio più completo che si concentra sull’utilizzo della tecnologia per migliorare tutte le aree aziendali, non solo quelle tecnologiche.

Ad esempio, l’intelligenza artificiale, l’apprendimento automatico e l’elaborazione del linguaggio naturale vengono ora utilizzati dalle aziende per automatizzare parti del loro lavoro. Ciò contribuisce a rendere il lavoro meno lungo e noioso, consentendo ai dipendenti di concentrarsi su compiti più importanti. Strumenti di comunicazione integrati, strumenti SaaS e altre tecnologie digitali contribuiscono a rendere il lavoro il più efficiente possibile.

Sviluppo di software

Oltre a sviluppare nuovi prodotti e servizi, le aziende devono anche mantenere aggiornati i sistemi esistenti, qui ovviamente nascono i maggiori problemi essendo molte aziende avvezze all’uso di sistemi informatici obsoleti e fuori produzione.

Ciò può includere l’aggiornamento del software esistente, la correzione di bug o l’installazione di un nuovo software per sostituire i sistemi esistenti. Sebbene lo sviluppo del software possa essere un processo impegnativo, esistono nuove tecnologie e approcci che contribuiscono a renderlo più efficiente.

Conclusione

Il lavoro agile può sembrare un sogno per i dipendenti, possono lavorare quando e dove vogliono e, se lo desiderano, anche da remoto.

Ma è importante ricordare che non è tutto divertimento e giochi richiede molto duro lavoro e disciplina da parte dei dipendenti se vogliono avere successo.

Ciò significa che i dipendenti devono essere più autodisciplinati e responsabili del proprio lavoro e dei propri risultati, deve crearsi quindi un lavoro di squadra importante per riuscire a mantenere viva la collaborazione anche a distanza.

Questo potrebbe essere sicuramente il futuro del lavoro in alcuni ambiti,

Tinder come vedere i like gratis

Tinder non rivela l’identità delle persone che hanno lasciato un match, fornendo solo una panoramica di coloro che hanno interessi comuni. Tuttavia, un abbonamento Tinder Gold può dare agli utenti l’accesso a queste informazioni, questa ovviamente funziona in modo da permettere a Tinder di guadagnare con gli abbonamenti e di mantenere un minimo livello di privacy per gli utenti gratuiti, rivelando l’identità solo agli utenti che sottoscrivono un abbonamento a pagamento.

La funzione “like” di Tinder è più di un semplice “mi piace” su Facebook, Instagram o altre piattaforme sociali. Si tratta invece di una dichiarazione di interesse che apre la possibilità di interagire con altri utenti. È un tipo di richiesta di connessione che, se l’altra persona accetta, permette di comunicare con lei.

Tuttavia, non esagerate con i like, perché nella modalità gratuita avrete un numero limitato di like al giorno. Per lasciare un “mi piace” a qualcuno, è necessario scorrere l’icona di Tinder al centro della barra superiore dell’app.

Quando visitate la schermata, Tinder vi mostrerà i profili degli utenti che potrebbero interessarvi e potrete interagire con l’app premendo la X rossa o strisciando verso sinistra per passare al profilo successivo, oppure strisciando verso destra per lasciare un like.

Come scoprire a chi piaci su Tinder gratis?

Un modo per scoprire a chi piaci su Tinder è semplicemente quello di prestare attenzione alle persone che ti inviano un messaggio. Se qualcuno vi invia un messaggio, probabilmente è perché è interessato a conoscervi meglio.

Naturalmente, potrebbero esserci altri motivi per cui qualcuno potrebbe inviarti un messaggio, ma è un buon segno se lo fa. Un altro modo per capire se piaci a qualcuno su Tinder è dare un’occhiata al suo profilo. Se si sono impegnati a rendere il loro profilo piacevole, è probabile che siano interessati a conoscere nuove persone.

 Oltre a questo, ci sono diversi modi per scoprire gratuitamente a chi piaci su Tinder. Uno di questi è chiedere ad amici, familiari e colleghi se conoscono qualcuno su Tinder che potrebbe essere interessato a voi.

Cosa puoi fare con tinder gratis?

Anche se pensate che spendere soldi sia una perdita di tempo, potreste comunque essere curiosi di iscrivervi a Tinder e provare le sue funzioni gratuite.

 È possibile utilizzare le funzioni di base della versione gratuita, anche se si è limitati a un certo numero di like al giorno (è possibile vedere quanti ne sono stati utilizzati).

Non è possibile utilizzare le funzioni avanzate dell’app, ma si può comunque chattare quanto si vuole con le persone con cui l’app è compatibile. Inoltre, è ancora presente la pubblicità.

Come cercare qualcuno su Tinder

Molte persone si chiedono se possono usare Tinder per trovare un individuo che conosci. Riuscite a immaginare di poter rimorchiare il timido barista che lavora vicino al vostro ufficio? Purtroppo, non è possibile.

Si può solo cercare tra i profili delle persone con cui ci si è abbinati. Per farlo, bisogna andare nella schermata della chat e digitare il nome nella casella di ricerca che appare in alto. La nuova funzione “Esplora” consente anche di effettuare ricerche per argomento, anche se mostra solo i risultati.

Come vedere like su Tinder senza pagare?

Quando due utenti si piacciono su Tinder, nessuna delle due parti riceve una notifica; le uniche persone che lo scoprono sono quelle a cui piace la stessa persona (Tinder, n.d.). Tuttavia, con un abbonamento Tinder Gold, questa funzione può essere sbloccata (Tinder, n.d.).

Se vi piace attivamente qualcuno sull’app, potreste già aver ricevuto richieste di chat da persone che vi sono piaciute e che vi hanno ricambiato. È anche possibile inviare un messaggio a questa persona e iniziare una conversazione. I problemi di privacy impediscono di scoprire se un utente ha lasciato un superlike sul proprio profilo, a meno che non si passi alla modalità oro. Di conseguenza, sarete in grado di vedere i profili delle persone a cui avete lasciato un like e un superlike e, di conseguenza, potrete rispondere al loro like per iniziare una conversazione con loro.

In questo caso le conversazioni in chat possono avvenire solo rispondendo ad un like ricevuto da un altro utente, non si può iniziare la chat per primi o solo lasciando un like.


Puoi comprare visualizzazioni su YouTube? Scopri quello che devi sapere

Per molti vlogger, me compreso, la risposta a “come posso ottenere più visualizzazioni sui miei video su YouTube” è ovvia quanto premere “Play” sul tuo smartphone. Il più grande sito di social media del mondo, con più di 1,85 miliardi di utenti, ha reso estremamente facile per chiunque ottenere un pubblico.

Continua a leggere Puoi comprare visualizzazioni su YouTube? Scopri quello che devi sapere

Le migliori VPN disponibili per navigare in sicurezza

Una rete VPN, dall’acronimo inglese Virtual Private Network ha lo scopo di creare una rete privata per garantire a un’azienda o a un soggetto privato sicurezza, privacy e anonimato. Ne esistono svariati tipi: estensioni per il browser, a pagamento, oppure applicazioni per smartphone. Facciamo un po’ di chiarezza in quest’articolo. 

Visto gli ultimi aggiornamenti mondiali, conoscere l’importanza di una vpn per smartphone è fondamentale per avere un dispositivo al sicuro da moltissimi fattori esterni che potrebbero bloccarci la visualizzazione di contenuti che potrebbero essere bloccati nel tuo paese.

(Un caso su tutti, sono i siti americani che han deciso di bloccare la visualizzazione agli utenti Europei per non doversi adattare alle normative di privacy, diventa quindi fondamentale utilizzare una vpn per smartphone per geo localizzarci fuori dal confine europeo e avere a nostra disposizione contenuti che sarebbero altresì bloccati alla nostra visualizzazione)

Le migliori VPN per smartphone

Lo smartphone è ormai diventato un’estensione del nostro corpo, molto probabilmente almeno due persone su tre che stanno leggendo quest’articolo lo stanno facendo scorrendo con il pollice lo schermo del proprio telefono, in molti casi sostituendo anche la presenza del pc in casa.

Indi per cui, cominciamo la rassegna delle migliori VPN analizzando quelle che possono essere installate su smartphone, sia Android che iOS. Iniziamo col dire che le ragioni per cui si vuole installare una VPN sul proprio telefono sono svariate, innanzitutto per privacy, poi perché alcuni siti o piattaforme non sono utilizzabili su territorio italiano, come ad esempio molti siti di calcio online o videogiochi. Per tutti questi e altri motivi per molti potrebbe essere utile fare il download di una VPN sul proprio smartphone.

Ovviamente una vpn installata sul nostro smartphone potrebbe rallentare un pochino la visualizzazione dei contenuti, ma è sicuramente molto comoda per aggirare i blocchi imposti dalla rete su contenuti altresì legali o consentiti in altri paesi. Fra queste applicazioni, una delle migliori è senza ombro di dubbio NordVPN; disponibile sia per Android che iOS, ha come punto di forza la sicurezza, oltre a offrire sei connessioni simultanee.

Altra applicazione VPN che funziona sia su Android che iOS, è ExpressVPN, offre fino a cinque connessioni e presenta tre protocolli di crittografia per iOS. Nel nostro podio delle VPN per smartphone, menzioniamo VyprVPN, strumento molto affidabile e stabile, con un prezzo contenuto e disponibile per Android, iOS, Windows Phone e Blackphone; offre fino a cinque connessioni simultanee e rappresenta forse il “top” per ciò che concerne la sicurezza. 

VPN per PC e laptop

La necessità di navigare in tutta sicurezza non si applica soltanto ai dispositivi mobili, bensì anche ai computer fissi e ai laptop. Vediamo dunque quali sono le migliori applicazioni VPN o estensioni per i browser maggiormente utilizzate. Anche per utilizzo “desktop”, quella che compare annoverata fra le migliori, secondo le recensioni di utenti e professionisti, è NordVPN; non è gratuita, ma offre una prova di un mese senza alcun costo, cosa che sembra interessante per chi non è convinto al 100%.

Poi abbiamo Surfshark, che è disponibile per macOS, Windows e Linux e sfrutta i suoi più di mille server sparsi in tutto il mondo. Ha un prezzo davvero irrisorio, ovvero meno di due euro al mese, il che la fa diventare un’ottima alternativa alla più quotata NordVPN. In terza posizione troviamo HolaVPN, che è in realtà un’estensione di Chrome; abbiamo voluto inserirla poiché fornisce un servizio impeccabile completamente in maniera gratuita. Il suo essere gratuita ha però un prezzo, cioè quello di attendere pochi secondi ogni ora di utilizzo. Nulla di estremo se si considera che si può navigare in tutta sicurezza anonimamente e senza spendere un centesimo! 

Le vpn sono importanti e molto utilizzate anche dai Nomadi digitali che girano e hanno bisogno di potersi collegare anche se ci si trova in paesi con restrizioni.

Perché usare una VPN?

Siamo abituati a pensare che la vpn serva esclusivamente a commettere azioni poco chiare ma la vpn ha un utilizzo legit molto fermo e molto utile in un era di dati e documenti sottratti senza ritegno.

Nascondere le nostre attività; Evitiamo di condividere con il nostro fornitore di rete e con le aziende ad esso collegato i nostri dati e le informazioni che sono vitali per lui. Siti, contatti e documenti che dovrebbero rimanere visibili sono a noi e invece sono nelle mani di chi ci fornisce ad ogni modo un servizio necessario.

Basti pensare, che il vostro provider di rete controlla attivamente il modem di base che viene fornito e per il quale ci “tengono” sensibilmente a farti installare sulla linea con le peggiori scuse.

Addio censura; ogni governo o chi per loro impone delle limitazioni a quello che possiamo vedere online, grazie alla VPN queste censure cadono come se fossero fogli di carta sulla bocca di un vulcano. Quindi via libera ai siti di streaming, siti dove scaricare materiale e documenti.

Il wi-fi pubblico in sicurezza; può sembrare banale ma il Wi-Fi pubblico è una grossissima risorsa che potrete sfruttare a vostro favore ma potrebbe essere un’arma a doppio taglio, i malintenzionati sfruttano queste porte aperte sui vostri computer per prendere possesso di documenti e quant’altro.

Molti lavoratori digitali hanno adottato una VPN per lavorare in serenità anche nei luoghi pubblici, poter scaricare e lavorare sul mondo del web.

Con la vpn cala la velocità della connessione?

Una VPN non rallenta la tua navigazione, può migliorare la velocità. Alcuni fornitori di servizi internet riducono la velocità degli utenti che scaricano parecchio materiale o utilizzano per parecchie ore, grossi quantitativi di rete, ma grazie ad una vpn che nasconde le tue attività sul web, riuscirai a navigare anche ad una velocità maggiore rispetto al solito.

Molti utenti, infatti, utilizzano le vpn per giocare online a giochi come Call of Duty e spostare la propria posizione in paesi dove si possono trovare giocatori più semplici da uccidere, ovviamente gli streamer hanno bisogno di una connessione performante e se la vpn rallentasse la connessione non riuscirebbero ad avere i grossi risultati che hanno.

Lavori digitali più  richiesti 2022

La domanda di competenze digitali è ai massimi storici, con le aziende che cercano di espandere la loro impronta digitale per rispondere alle nuove sfide del business. Di conseguenza, la domanda di lavori digitali è ai massimi storici. Nel suddetto articolo, abbiamo elencato alcuni dei migliori lavori digitali del 2022. Tuttavia, data l’elevata domanda di competenze digitali, questi lavori continueranno ad espandersi nei prossimi anni.

Continua a leggere Lavori digitali più  richiesti 2022

Come creare un blog di viaggi e guadagnare

Ami viaggiare? Se hai risposto “sì” allora la creazione di un blog per raccontare i tuoi viaggi potrebbe essere il giusto approccio ad una nuova vita, personale e lavorativa.

I blog di viaggio sono così popolari in questo momento, che è possibile trovarne uno praticamente per ogni destinazione che si visita.

Continua a leggere Come creare un blog di viaggi e guadagnare

Come guadagnare con un blog (Guida 2022)

Quelli scritti in questo articolo non sono nient’altro che i metodi di guadagno che ho applicato su questo blog, grazie alla mia esperienza e ai miei errori ovviamente ho potuto stilare questi punti basilari se stai cercando come monetizzare il tuo sito web.

Il blog è un modo fantastico per i proprietari di piccole imprese di raggiungere un pubblico molto più vasto di quello che sarebbero in grado di raggiungere attraverso la loro pubblicità e il loro marketing.

Pubblicando regolarmente post sul blog, non solo avrai la soddisfazione di vedere i tuoi contenuti diffondersi su internet, ma potrai anche ricevere un prezioso feedback da persone che sono interessate a ciò che ti interessa.

Inoltre, puoi guadagnare soldi dal tuo blog accettando blog guest post o scrivendo recensioni di blog. Con così tanti modi per guadagnare con un blog, può essere difficile sapere da dove cominciare. Fortunatamente, abbiamo messo insieme i consigli essenziali di cui hai bisogno per guadagnare con un blog.

Continua a leggere Come guadagnare con un blog (Guida 2022)

Come e Quanto si Guadagna con Twitch in Italia? I Metodi 2022

Anche tu vuoi diventare uno streamer e non sai quanto si guadagna con Twitch?

Così come ogni youtuber o content creator che si rispetti, anche su quest’ultima piattaforma va ripagato soltanto il duro impegno e lavoro. 

Continua a leggere Come e Quanto si Guadagna con Twitch in Italia? I Metodi 2022

Google AdSense, quanto si guadagna? ne vale la pena? La guida

Quando Google AdSense è stato introdotto, l’industria della pubblicità online era nel panico più totale. La ragione era semplice. Google AdSense era uno dei modi più efficaci per un inserzionista di far arrivare il proprio messaggio a un pubblico mirato. Oggi, Google AdSense è la piattaforma pubblicitaria più utilizzata tra i blogger e le piccole imprese.

Continua a leggere Google AdSense, quanto si guadagna? ne vale la pena? La guida

Sito web bloccato da Facebook? Ecco come risolvere

Facebook è una preziosa fonte di traffico, ma non volete e non dovete perdere la possibilità per voi (e per gli altri) di condividere il vostro sito su Facebook, anche perché non possiamo negare che nonostante i mille annunci sulla stampa ad oggi rimane una piattaforma strategica insieme a instagram dove posizionare il proprio brand e iniziare a guadagnare.

Continua a leggere Sito web bloccato da Facebook? Ecco come risolvere