Come creare un blog di viaggi e guadagnare

Ami viaggiare? Se hai risposto “sì” allora la creazione di un blog per raccontare i tuoi viaggi potrebbe essere il giusto approccio ad una nuova vita, personale e lavorativa.

I blog di viaggio sono così popolari in questo momento, che è possibile trovarne uno praticamente per ogni destinazione che si visita.

La cosa migliore del viaggiare è che può essere un ottimo modo per guadagnare un po’ di soldi. Il modo migliore per guadagnare soldi dal tuo blog di viaggi è quello di concentrarsi sulla fornitura di contenuti di qualità.

In questo articolo, imparerai come creare un blog di viaggi e iniziare a fare soldi da esso. Potresti non essere in grado di viaggiare regolarmente, ma almeno puoi creare un blog sui tuoi viaggi.

Ecco alcune cose che devi sapere su come creare un blog di viaggi e fare soldi con esso.

Cos’è un blog di viaggi?

Un blog di viaggi è un blog che racconta le tue esperienze di viaggio corte o lunghe che esse siano, possono essere anche racconti di weekend fuori porta o semplicemente viaggi di lavoro dove mangi o soggiorni in posti bellissimi o molto comodi.

Puoi creare un blog di viaggio per condividere con il mondo ciò che hai vissuto e come consiglieresti ad altri viaggiatori di sperimentare certe destinazioni. Puoi scrivere delle tue esperienze di viaggio e condividere foto e video delle tue avventure. Bloggerete mentre state viaggiando, il che significa che il vostro blog di viaggio sarà un diario in tempo reale, un diario a disposizione di migliaia di utenti che impareranno e si sazieranno di conoscenza attraverso i tuoi articoli.

Il grosso del blog di viaggi lo compongono le fotografie, dovrai quindi organizzarti al meglio per riuscire a portare delle fotografie “belle” più che professionali servono proprio delle fotografie nitide del luogo dove ti trovi per far appassionare i tuoi lettori alla zona che stai visitando.

Molti, sfruttando la loro situazione di nomadi digitali, hanno deciso di affiancare alla loro attività anche un blog di viaggi che unisce l’utile al dilettevole. (Se sei un aspirante nomade digitale che vuole crearsi un blog di viaggi, questo articolo sui nomadi digitali sempre in viaggio può essere di tuo inseresse)

Come creare un blog di viaggio

Per creare un blog di viaggio è necessario avere una destinazione in mente. Il primo passo è quello di trovare un argomento che sia legato alle tue esperienze di viaggio. Per esempio, se viaggi molto in Sud America, puoi creare un blog sulle tue esperienze in quella regione. Una volta che hai selezionato un argomento, il passo successivo è quello di decidere che tipo di contenuto creerai.

Normalmente ti conviene creare un blog sulla piattaforma WordPress, semplice, comoda e poco costosa per iniziare a costruire il tuo successo online grazie al tuo blog di viaggi.

Identifica la tua nicchia

Il primo passo per creare un blog di successo è identificare una nicchia ben definita. Se crei un blog di viaggi, senza sapere chi è il tuo pubblico di riferimento ti porterà al primo grande errore: mettere l’accento sugli argomenti sbagliati.

Cercherò di spiegarmi meglio con alcuni esempi, se analizziamo i 10 migliori blogger di viaggi al mondo (per quantità di traffico), vediamo che hanno tutti macro-argomenti diversi ma variano anche in argomenti specifici: tariffe aeree, hotel e resort, cibi e bevande consigliati per i viaggi intorno ad ognuno di essi (compresi i ristoranti serviti dentro o fuori gli aeroporti), consigli di fotografia per i viaggiatori – dal fare foto agli incroci trafficati durante l’ora di punta a catturare paesaggi mozzafiato dal finestrino di un aereo, tutte tematiche ben definite che nel tempo allineano gli utenti ad un obbiettivo comune e prendono una fascia di interessi ben delineata.

Scegliere il nome di un blog di viaggi

Può essere difficile scegliere il nome perfetto per il tuo blog di viaggi. Sì, perché se non si vuole cadere in errore, anche la scelta del nome deve seguire delle regole ben precise. Cambiare poi il nome una volta partiti non è una operazione affatto facile, anzi, molte volte diventa quasi impossibile.

Bisogna focalizzare fin da subito l’ambizione del tuo progetto quando hai aperto il blog di viaggi, diventa quindi fondamentale dare un nome aperto a piccole modifiche ma non troppo.

Un “viaggioinitalia.it” avrà più possibilità di un “viaggionelnorditalia.it” questo perché rimanendo circoscritti in una nicchia “viaggia in italia” ci permette di parlare di molteplici cose e di sviluppare il nostro brand e il nostro business in una maniera mostruosa.

La scelta dell’url deve essere semplice, meno – e meno interruzioni possibili per permettere agli utenti di non commettere errori una volta digitato il sito, l’estensione del dominio ha poca importanza a livello di posizionamento, forse rende d più una volta detto all’utente finale ma è forse l’ultimo dei problemi che hai nella scelta del nome per il tuo blog di viaggi.

(Ovviamente, quando scegliete un nome fate bene attenzione che non sia un nome già registrato, molte attività che ad oggi si sono fatte “grosse” scelgono giustamente di registrare il marchio e il nome della loro azienda, fate quindi molta attenzione a non investire su una attività alla quale dovrete cambiare nome)

Scegli l’hosting per il tuo blog di viaggi

Come già detto, la partenza deve essere fatta spendendo meno possibile, ad oggi che vi permettono di avere un prodotto di qualità al giusto prezzo si possono contare sulle dita di una mano e di questi posso darvi tre consigli che (si c’è il link affiliato perché ovviamente se consiglio una cosa vorrei guadagnarci, ma non ve li consiglio per i guadagni visto che ci sono programmi di affiliazione hosting che ti permettono di guadagnare molto di più in proporzione)

Tophost (Hosting molto economico) ma sicuramente l’ideale per partire con un progetto che ci costi il meno possibile, installazione di wordpress diretta pigiando due tasti, certificato ssl incluso nel presso. Vi consiglio l’acquisto del piano Topwebplus da circa 30 euro l’anno.

Clicca qui per acquistare l’hosting che ti ho consigliato

Hostingone (Hosting con assistenza fantastica) Hosting che parte dai 50 euro anno, servizio clienti molto buono che risponde celermente e vi contatta al telefono per risolvere tutte le esigenze e tutte le problematiche che vi riguardano. L’assistenza si adopera per venirvi in contro in tutti i modi e per aiutarvi a configurare un prodotto il più vicino possibile alle tue esigenze.

Puoi acquistare e conoscere hostingone cliccando qui

Serverplan (Un prodotto di qualità) Hosting Italiano che ha dei prezzi base molto buoni, il pacchetto di ingresso per gli hosting wordpress non ha l’installazione di wordpress in automatico ma dovrete farlo voi però ovviamente parliamo di soli 30 euro/anno, mentre il pacchetto che comprende l’installazione automatica viene 69 euro/anno.

Per iscriverti puoi cliccare su questo link: Clicca qui

Logo accattivante per il vostro blog di viaggi

Potresti affidarti a strumenti online come Canva o Fiverr per sviluppare il logo e il banner del tuo blog di viaggi. Questo perché questi strumenti ti permettono di creare rapidamente e facilmente un design di alta qualità che rifletterà il tuo marchio.

Mentre Canva è uno strumento gratuito che vi consente di realizzare autonomamente il vostro logo, su Fiverr potrete trovare professionisti che a qualsiasi prezzo realizzeranno il vostro logo in Alta Definizione. (ovviamente in base al vostro budget avrete un logo commensurato, evitate quindi di protestare se pagate 4 dollari per un logo)

(Una volta aperto il sito, Canva risulterà la vostra salvezza perché vi consentirà di realizzare banner, modificare foto, creare storie instagram e grafiche facebook in tutta serenità e comodità).

Se sei un blogger di viaggi e vuoi avere uno strumento gratuito per poter scrivere con l’espressione “grafica” e “video” preferibilmente in HD, sarà sicuramente un tuo alleato.

Cosa scrivere quando si crea un blog di viaggi

Quando stai creando un blog di viaggi, dovrai decidere che tipo di contenuto scriverai. Ci sono molti tipi diversi di contenuti che si possono scrivere su un blog di viaggi. Ecco alcuni esempi:

Foto di viaggio – Foto e video relativi a una destinazione specifica funzionano bene perché ti daranno una visione dettagliata della regione. La parte più importante e sulla quale dovrete prestare la maggiore attenzione quando realizzare i vostri articoli sul blog di viaggi.

Cultura locale – Le esperienze che hai fatto durante il viaggio possono darti un’idea della cultura in cui ti trovi. Per esempio, potresti parlare di come si vestono le persone nella tua destinazione o quali cibi ti mancano durante il viaggio.

I viaggi culturali sono ormai una realtà molto presente e in continua espansione, cerca quindi di fornire dettagli completi per aumentare la conoscenza dei tuoi lettori.

Viaggi a lungo termine – Quando scrivi un articolo sui viaggi, puoi parlare di vecchie avventure o storie che hai letto su altri blog di viaggio. Se sei un viaggiatore esperto o se hai viaggiato tante volte, puoi raccontare storie divertenti e che ti hanno colpito durante la tua vita, questo funziona molto bene una volta lanciato il blog, se ci pensate, conoscere la storia e le avventure che ti hanno portato fin dove sei ora, emoziona moltissimi tuoi utenti e li avvicina a te in modo naturale.

Viaggio aziendale – Se sei un tour operator o un girovago, potresti raccontare la storia del tuo settore lavorativo e quello professionale. Inoltre, potresti descrivere il tuo settore come quello più innovativo e innovatività. Molte persone viaggiano per lavoro e vogliono conoscere posti dove soggiornare magari in modo economico o posti dove mangiare prodotti tipici del luogo, starà a te creare le giuste guide per affrontare e arricchire l’esperienza dei tuoi utenti online.

Consigli di viaggio – Puoi creare post del tipo “9 cose da fare a Cusco”, “Top 6 cose da fare a Arequipa” e “Cose da fare a Medellin”. Questo tipo di post mantiene i lettori interessati perché vogliono sapere di più sulla destinazione incuriosendo il lettore perché hai stilato delle tue preferenze nelle quali anche lui può ritrovarsi. Sei tu l’espert* che fonderà la sa fortuna sui consigli che arrivano dalle proprie esperienze, questi articoli attirano moltissimi sia gli utenti interessati sia i lettori di passaggio che magari vogliono solo conoscere le realtà del paese di cui parli.

Notizie di viaggio – Si può anche scegliere di scrivere su notizie di viaggio recenti. Questo tipo di contenuto è utile quando ci sono grandi eventi che accadono nel mondo e si desidera informare i lettori su di esso. Queste notizie sono ideali da condividere sui social per aumentare l’interesse degli utenti, ormai difficilmente esiste un blog di viaggi senza un canale social di supporto.

Eventi di viaggio – Se stai bloggando sulla tua esperienza di viaggio, puoi creare articoli di blog come “Cosa fare ad Addis Abeba” o “Top 8 cose da fare ad Addis Abeba”. Questo tipo di post manterrà i lettori interessati al tuo blog perché vogliono sapere di più sui tuoi viaggi.

Cerca di dare tutte le informazioni che possono servire all’utente per affrontare il viaggio nel luogo che tu hai già visitato, molti infatti tendono a replicare i viaggi che vedono effettuare dai loro blogger preferiti, sia nelle esperienze sia nelle “facilitazioni” mostrate e raccontate all’interno dell’articolo.

Come trovare e lavorare con un partner per il tuo blog

Se stai iniziando come blogger di viaggi e stai cercando di collaborare con altri blogger, ci sono due modi principali per farlo. Il primo modo è attraverso i concorsi di blogging. Molti concorsi di blogging richiedono di lavorare con un partner in modo da poter condividere il lavoro dell’altro. L’altro modo per associarsi è attraverso le reti di blogging. Le reti di blogging sono come piattaforme di social media per i blogger che cercano di far crescere il loro seguito condividendo i post degli altri.

Ovviamente uno dei primi partner da inserire sul vostro blog sarà Booking.com

Affiliazione Booking per blog di viaggi

L’affiliazione madre dei blog di viaggi è sicuramente il portale più conosciuto per prenotare viaggi e muoversi in tutto il mondo. Con buone commissioni elargite ad ogni vendita effettuata tramite il vostro sito web.
Sicuramente una affiliazione che non paga “tantissimo” ma essendo uno dei portali più conosciuti diventa fondamentale per monetizzare in modo facile e rapido anche con persone che non sono avvezze alle prenotazioni online.

Ovviamente può essere inserita anche in landing page apposite e su pagine costruite per massimizzare i guadagni, ma se poi inizierete a collaborare con agenzie viaggi più strutturate, potrete sempre abdicare questa affiliazione per mantenere quella che ti fa guadagnare di più.

Per iscriverti al programma di affiliazione di Booking puoi cliccare qui

Get Your Guide – Affiliazione per le guide, escursioni e tour

Get Your guide è sicuramente una affiliazione interessante da proporre ai propri visitatori, è complementare infatti rispetto a Booking ma consente di monetizzare i tour, le escursioni e tutte le attività che possono fare i turisti nelle maggiori città turistiche.

Comodo, veloce e integra anche un comodo plugin wordpress per una configurazione rapida anche grazie alle numerose guide che potete trovare online.

Per iscriverti al programma di affiliazione di Getyourguide puoi cliccare qui

Rapporti con la tua Community

I rapporti con la tua comunità sono importantissimi per il tuo blog di viaggio. Questa è una delle chiavi per ottenere un seguito online e successivamente aumentare i guadagni. Devi creare della fiducia con i tuoi lettori, questo significa che devi essere sempre onesto e rispondere alle domande degli utenti. Non dimenticare mai che tutti gli utenti hanno la stessa domanda, quella di arricchire le loro esperienze di viaggio.

Assicurati di rispondere alle domande degli utenti, crea una pagina FAQ sulla tua pagina e specifica che ciò è il posto dove rispondere alle domande più frequenti. Questo è molto importante perché non tutti saranno disposti a scrivere un commento per vedere la tua risposta e quindi, in questo modo, si possono rendere la loro domanda istantaneamente.

Essere un assistente virtuale per altri blogger

Se sei un viaggiatore esperto e vuoi unirti alla schiera degli assistenti virtuali, ci sono molte reti di blogging di viaggio che hanno annunci di lavoro per VAs. Per esempio, Bloggers Benefits è un sito di networking per blogger che vogliono condividere contenuti e guadagnare denaro come risultato. È possibile trovare annunci di lavoro assistente virtuale sul sito e applicare se siete interessati a unire le fila degli assistenti virtuali.

Blog tour pagati e campagne sponsorizzate

I blog tour a pagamento e le campagne sponsorizzate sono due tipi di post a pagamento che puoi creare per il tuo blog.

I blog tour pagati e le campagne sponsorizzate sono simili ma differiscono in quanto i blogger che ricevono i post pagati dovranno promuoverli come parte del loro lavoro. Ci sono molti blog tour pagati e opportunità di campagne pagate sul web. Alcuni dei più popolari blog tour a pagamento e campagne a pagamento includono:

Campagne di post a pagamento – Considera di impostare una campagna di post a pagamento su Facebook e Google per il tuo blog. Puoi promuovere i tuoi post a pagamento con gli annunci che sono attualmente in esecuzione su Google e Facebook. In questo modo, sarai pagato per promuovere il tuo blog e sarai in grado di finanziare i tuoi viaggi allo stesso tempo.

Quanto si guadagna con un blog di viaggi?

L’importo che guadagnerai da un blog di viaggi dipende da quanto spesso pubblichi contenuti e da quanto sei disposto a sborsare per il blog. Il prezzo che pagherai per gestire un blog può sembrare alto all’inizio, dato che dovrai assumere un blogger professionista per scrivere i tuoi post e occuparsi di photoshop e video editing, ma a lungo termine, varrà la pena spendere quei soldi.

3 modi per fare conoscere il tuo blog di viaggi

Ci sono molti modi per fare soldi con il tuo blog di viaggi, ma i tre modi principali sono la pubblicità, il traffico di riferimento e la vendita dei tuoi prodotti di viaggio.

Pubblicità – Come abbiamo appena visto, puoi promuovere i tuoi blog su Google e Facebook. Ciò ti permetterà di guadagnare soldi pubblicando i tuoi post su altri siti web che sono ben posizionati nei motori di ricerca, ovviamente affidandoti a professionisti potresti avere un risultato maggiore ma ormai esistono tantissime guide che ti possono spiegare come impostare le tue ads per sponsorizzare il tuo lavoro.

All’inizio è probabile che come tutti dovrai ricorrere a parenti ed amici per riuscire a lanciarti e non dover comprare follower su instagram o seguaci su facebook, ricorda sempre che anche sui social vale la regola “pochi ma buoni”.

Traffico di riferimento – Un altro modo per guadagnare con il tuo blog è quello di aumentare il traffico verso la tua pagina web personale. L’ideale sarebbe coinvolgere altri utenti e/o attività affini al tuo progetto per riuscire ad aumentare il traffico in ingresso di visitatori e portare nuova linfa vitale al tuo blog di viaggi.

Apporre un banner in un altro sito di viaggi, rilasciare interviste alle varie radio (anche piccole) è una delle forme più semplici per iniziare a far arrivare traffico “pulito” sul blog.

Infoprodotti – Se ami viaggiare, saprai che creare delle guide da stampare o da tenere all’interno dell’iPad può essere una forma di accrescimento del tuo brand e del tuo blog, riuscire ad imprimere in un ebook alcune parti del mondo ci aiuta a farci conoscere anche agli amanti della lettura e ai possibili “clienti” che sono interessati al tuo blog e alle informazioni che hai raccolto.

Ebook e podcast sono una bellissima frontiera da cavalcare se parliamo di viaggi, ospitare in una puntata di podcast itinerante le varie anime dei luoghi che visitate forse è una delle forse di appagamento maggiore che potrete dare ai vostri lettori.

Conclusione

Il punto è che non c’è un modello standard per guadagnare con i blog di viaggio. Devi sperimentare e scoprire quale metodo funziona meglio per te mentre le nostre indicazioni sono piccoli spunti di base che ti possono aiutare, accompagnare e consigliare ma devi essere tu in primo punto a sperimentare al meglio come e con cosa monetizzare il tuo tempo.

I blog di viaggi sono una buona alternativa ai classici blog, possono comodamente unire la passione del viaggio ad un lavoro che ci può consentire senza problemi di “mantenerci” grazie a questa attività. Ovviamente questa attività deve essere eseguita in maniera professionale, abbracciando completamente tutte le fonti possibili

Lascia un commento