COSTO NOTAIO: Agevolazioni fiscali prima casa

Quando ci si appresta a chiedere un mutuo prima casa per un acquisto immobiliare, ingenuamente si può essere portati a sottovalutare le spese notaio. Di norma infatti le banche concedono fino all’80% del valore dell’immobile ma, oltre al restante 20%, l’acquirente dovrà sostenere altre spese tra le quali appunto il costo del notaio. E questo non di rado determina una sorta di frustrazione per i costi della burocrazia. Tuttavia bisogna avere consapevolezza di che cosa si sta pagando: quali sicurezze garantisce l’intervento del notaio? Quali sono le sue funzioni e responsabilità? Altrettanta consapevolezza bisognerebbe avere in merito all’onorario del notaio: quale percentuale dell’importo versato costituisce effettivamente guadagno di quest’ultimo?

Da cosa dipende il costo notaio?

Il costo del notaio è la somma di molteplici voci, essendo il notaio un sostituto d’imposta la maggior parte dell’importo da corrispondere al professionista è composto da imposte, tasse bolli e costi per la lavorazione della pratica come ad esempio le visure ipotecarie e catastali.
Oltre a queste voci obbligatorie e che variano a seconda dell’atto che si intende stipulare e alle parti coinvolte (privati, società, costruttori ecc.) vi è l’onorario del notaio ovvero la somma dovuta al professionista per il suo servizio. Il Notaio per poter stipulare un atto sostiene diversi costi, basti pensare all’affitto degli uffici, al personale e più in genere a tutti i costi per lo svolgimento di tutte quelle operazioni che rendono possibile lo svolgimento della sua professione a garanzia di tutte le parti coinvolte nella stipula dell’atto.

Quanto costa il notaio

Quando si contatta un notaio la chiarezza è molto importante. Spesso il pregiudizio porta a pensare di spendere troppo per l’onorario del notaio ma, a ben vedere, non tutte le voci nel preventivo e nella fattura per la consulenza, si riferiscono all’onorario del notaio e quindi costituiscono per questo professionista un guadagno. Come abbiamo visto ci sono infatti costi fissi e imposte che finiscono nelle casse dell’Erario e per i quali il notaio, nello svolgimento delle sue funzioni, fa solo da intermediario. Detto questo non è detto che non si possa valutare il costo notaio scegliendo un preventivo adeguato. Cercare il notaio su internet è un modo facile e veloce per risparmiare tempo prezioso e trovare il professionista giusto a portata di click. E’ anche possibile seguire il procedimento inverso, ovvero porre un quesito e lasciare che sia il notaio più vicino o disponibile per una consulenza a rispondere dando indicazioni sul caso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.