Hit enter after type your search item

    Come guadagnare con un blog (Guida 2020)

    /
    /
    /
    197 Views

    Quelli scritti in questo articolo non sono nient’altro che i metodi di guadagno che ho applicato su questo blog, grazie alla mia esperienza e ai miei errori ovviamente ho potuto stilare questi punti basilari se stai cercando come monetizzare il tuo sito web.

    I soldi sono un’ottimo modo per aiutarci a lavorare meglio e a credere in quello che stiamo facendo, ma i soldi non sempre arrivano subito, perchè a volte c’è inesperienza e perchè a volte non si sa bene a cosa appoggiarsi all’inizio.

    Ti chiedi spesso se sia possibile guadagnare con un blog, magari realizzato in WordPress e soprattutto quali sono i metodi che potete utilizzare per guadagnare?

    In questa guida su come guadagnare con un blog vorremmo mettere in chiaro 5 possibilità affinché tu possa generare un profitto e qual è il giusto iter da seguire, ai di là che tu sia neofita o più all’avanguardia.

    In un primo momento le tue idee saranno offuscate: quante visualizzazioni serve per generare soldi con il blog WordPress, come iniziare, se conviene aprirne uno e altre domande che probabilmente stiamo omettendo di dire.

    Parto con una premessa doverosa, i soldi – pochi o tanti – arrivano con le visite e in base alla tematica che trattiamo, ma in qualsiasi caso serve tempo e pazienza.

    Se parlate di economia, criptomonete o assicurazioni, probabilmente con 1000 visite al giorno riuscirete già a fare un discreto guadagno. Se parlate di cucina, informatica o altre tematiche abbastanza popolate, dovrete staccarvi e distinguervi dalla massa, altrimenti riuscirete sempre a monetizzare ma con numeri non molto alti.

    “Soldi, Assicurazioni, Economia e Green sono sicuramente alcuni dei settori che stanno tirando in questo momento, quindi se avete delle competenze in questo campo il mio consiglio è quello di pensarci seriamente sul mettere in piedi un progetto su queste tematiche”Opinione di Festa Maurizio

    Vediamo di andare step by step, con calma sono sicuro che riuscirete a monetizzare al meglio il vostro blog senza grossi intoppi.

    Guadagnare con il blog personale è davvero possibile?

    Sia che tu voglia guadagnare con un blog in WordPress personale o aziendale, i passi che dovrai mettere in campo sono medesimi in tutti e due i casi, con qualche accorgimento per quello azienda nel mantenere coerente la linea della tua azienda a quello che scrivi nel blog.

    Se ti stai avvicinando per la prima volta a questo mondo, molto probabilmente penserai che è un’idea utopistica. Il problema è che ben pochi soprattutto in Italia dicono le cose come stanno perche han paura di farsi portare via il piccolo orticello che si sono creati.

    Fare soldi su internet e tramite un sito semplice è possibile, ma devi:

    • Trovare la nicchia di mercato con un’analisi ben precisa;
    • Conoscere gli aspetti e le attività del web marketing (SEO copywriting, gestione delle campagne per i social media, email persuasive, etc).
    • Realizzare un planning editoriale per fissare argomenti ed obiettivi da raggiungere.
    • Essere veramente appassionato ed esperto di quello che parli, la gente sente la tua passione nello scrivere e nel mostrare agli altri la tua esperienza sotto forma di articoli.

    Riguardo la seconda opzione l’idea di saper fare tutto potrebbe spaventarti, in verità sarà sufficiente specializzarti in una sola azione, per esempio, vuoi monetizzare il tuo blog? Concentrati sulla SEO e sul SEO copywriting per ottimizzare e posizionare il sito in cima ai tuoi concorrenti di settore, a meno che stai parlando di un’argomento che conosci solo tu, tutti abbiamo della concorrenza che ci può mettere i bastoni tra le ruote.

    Le altre attività saranno tutte delegabili a esperti del settore, per questo motivo ti invitiamo a conoscere quanto meno le basi di ogni cosa, prima che qualcuno possa apparire ai tuoi occhi molto più competente di quel che è per davvero, il rischio di buttare via un sacco di soldi fidandosi di incompetenti è molto alto.

    Aprire un blog e guadagnare con i guest post

    Questo è sicuramente uno dei metodi più rapidi ma che arriveranno quando il vostro sito ha almeno 5-6 mesi di anzianità, una piccola premessa mi è doverosa, fate attenzione a cosa linkate sul vostro sito, in linea di massima potete accettare tutte le tematiche ma a patto che dentro l’articolo che andrete a creare venga mantenuto il piano editoriale e la tematica non si allontani troppo dalla tematica centrale del vostro sito.

    Il primo modo per farlo è vendendo guest post, ovvero ospitare siti altrui (gli occorreranno per fare link building e far accrescere il loro sito), inserendoli come link in uno degli articoli redatti da te o dal tuo team di collaboratori.

    Un guest post viene anche abbreviato dall’acronimo GP, si tratta di un testo per un sito internet, all’interno del quale vi è il link che dovrai ospitare. Il collegamento al sito del cliente che te lo ha richiesto viene definito “Backlink”.

    Il tuo obiettivo per poter vendere il tuo primo guest blogging o posting, sarà quello di far crescere le visite del tuo blog. Dovrai concentrarti in entrambi o almeno uno delle due seguenti azioni:

    Attualmente in Italia i Guest Post si vendono valutando una metrica messa sul mercato da SeoZoom, lo ZA ( Zoom authority potete vedere quella del vostro blog inserendo il vostro link qui) è una metrica che viene composta da diversi fattori, ma essenzialmente per farla salire abbiamo bisogno che il nostro sito abbia un buon numero di:

    1. Visite organiche: dovrai essere in grado (aiutandoti con gli strumenti per la SEO) di posizionare il tuo blog tra i primi risultati, affinché coloro che arrivano possano leggere i contenuti di loro interesse ed eventualmente contattarti per poter monetizzare con altri metodi, come consulenze o vendite dirette di prodotti.

    Chi ti chiede un GP sarà un esperto in materia o comunque sa quello che ti sta chiedendo. Significa che avrà valutato il tuo sito e gli sarà piaciuto sia per come lo hai curato (dalla scrittura alla parte estetica), sia perché i dati hanno mostrato un buon numero di traffico e di valori.

    Come guadagnare scrivendo articoli redazionali online

    Una delle possibilità per guadagnare con un blog WordPress è quello di farlo crescere, acquisire notorietà al punto tale che abbia un buon seguito o generi un traffico tale (inizialmente va bene anche se è poco), e vendere articoli tramite publisuites.

    Su questa piattaforma potrai registrarti come redattore, aggiungere il tuo sito/blog che sia, un profilo social network e gestire gli ordini attraverso il suo software interno. Le aziende ti contatteranno e vi accorderete con una proposta economica che aggradi entrambi.

    Non a caso si tratta di vendere articoli pubbliredazionali e redazionali, la cui finalità è quella di far ottenere visitatori all’azienda mediante un contenuto generato da te o già inserito all’interno del tuo blog o social network.

    Link per l’iscrizione a Publisuites: Clicca Qui

    Guadagnare con le affiliazioni sul tuo blog

    Per questo capitolo probabilmente non basterebbe scrivere per ore e ore ma cerco di riassumervi molto velocemente questa grossa opportunità di guadagno per il tuo blog tramite le affiliazioni.

    (Col termine affiliazione intendo la vendita di prodotti già presente su siti web o proposti in vendita da aziende, l’affiliarsi ad un sito e rivendere i loro prodotti può generare ottime entrate senza dover investire in magazzino)

    Il mercato delle affiliazioni negli ultimi anni ha rivoluzionato apertamente il lavoro di chi aveva un blog, inserendo dei prodotti in articoli e siti web ottimizzati c’è la possibilità di guadagnare tramite le vendite di player esterni.

    Molte volte basta posizionare i prodotti sotto e negli articoli che avete sul vostro sito per poter guadagnare con le affiliazioni sul vostro blog. (Questo discorso è molto valido se avete un discreto traffico, già con 1000 visite al giorno potrete avere un rientro su amazon interessante)

    Uno dei più grossi sicuramente a offrire un servizio di affiliazioni è sicuramente Amazon, dovete iscrivervi a questo link, e una volta completate l’iscrizione avrete la possibilità di monetizzare e guadagnare tramite i loro banner una quota sui loro prodotti.

    Però amazon è anche il player delle affiliazioni che paga meno, questo dovuto alla forte popolarità del brand che consente a tutti di fare grosse vendite con poco sforzo. Se vogliamo guadagnare molti soldi con le affiliazioni dovremo infatti guardarci attorno e utilizzare altre società che offrono lo stesso servizio ma con % moolto più alte.

    Attualmente uno dei network italiani più usati è sicuramente quello di Wordfilla, attualmente però il network ha chiuso le iscrizioni se non tramite un apposito link referral che viene generato in alcune occasioni.

    Se volete essere aggiornati quando ci sarà a disposizione il link per l’iscrizione a Wordfilla vi invito ad iscrivermi al mio blog, non vi invierò spam o notizie che non sono a tema con il mio blog.

    Iscriviti al mio blog per gli aggiornamenti

    Fai soldi con un sito che sponsorizza servizi e infoprodotti

    In questo caso, per fare soldi con il tuo sito che magari sponsorizza qualche tuo servizio, non c’è bisogno che tu chieda quante visite deve avere un blog per guadagnare.

    Il motivo è semplice, supponiamo che tu riesca a far atterrare 100 visitatori al mese sul vostro blog (un numero relativamente molto basso).

    All’interno del tuo sito c’è una pagina “servizi” in cui vendi/offri qualcosa di cui sei competente: potrà riguardare la qualsiasi, dalle ricette di cucina al coaching online, dallo psicologo al muratore ad un comparto ampissimo che riguarda le consulenze che puoi offrire praticamente a chiunque.

    Se su 100 almeno 20 richiedono un tuo contatto o preventivo permettendoti comunque di avere i loro dati e di lavorare in maniera certosina per mandargli offerte e promozioni anche in futuro, potrai sicuramente avere in mano una buona base di contatti da ri-contattare per fare soldi.

    Se anche soltanto la metà di essi decidessero di acquistare il tuo servizio, non solo avrai trovato clienti tramite il tuo blog/sito, ma se loro stessi fossero soddisfatti del lavoro con molta probabilità parleranno bene di te con altra gente e aumenterebbero i segnali di interessa da parte di altri clienti interessati al tuo prodotto.

    Ottimo è anche il mercato degli infoprodotti (Per infoprodotti parliamo dei prodotti digitali che vengono creati per aumentare la conoscenza di chi vuole vendere altri materiali, fanno parte di queste categorie tutti i corsi sulle affiliazioni, monetizzazioni e metodi per costruire la tua presenza online, potremmo definire gli infoprodotti come i nuovi corsi di laurea del 2020)

    Gli infoprodotti devono rispecchiare la tua nicchia di mercato, non ha senso proporre materiale e corsi di argomenti che si allontano dal tuo pubblico, questo errore potrebbe farti decentrare dalla tua linea di brand e portarti a brancolare nel buio.

    Ricorda che al di là del marketing online, oggi il passaparola rimane l’arma più potente e virale che sia. Ti suggeriamo sempre di dare il meglio di te, realizza contenuti pertinenti e fa sì che i clienti restino sempre felici e soddisfatti delle loro scelte.

    Avere un blog permette di lavorare in qualsiasi momento da qualsiasi dispositivo senza grossi problemi sopratutto se usiamo wordpress.

    Guadagnare con il tuo blog inserendo banner pubblicitari

    I banner pubblicitari sono forse il metodo di guadagno per un blog più vecchio e più usato negli anni.


    I banner che inseriamo sul nostro sito molte volte non danneggiano l’utente che visualizza correttamente il resto del testo senza dover chiudere continuamente le pubblicità che disturbano, ulteriore moda che sembra aver preso la mano a molti che hanno un sito web.

    Se vogliamo inserire dei banner sul nostro sito abbiamo essenzialmente due alternative:

    1) Banner di aziende affini alla nostra tematica: possiamo inserire sul nostro blog i banner pubblicitari di aziende a tema col nostro blog, il banner fisso consente all’azienda di essere presente su un blog affine alla sua tematica e gli consente di essere presente senza dover pagare a click le visualizzazioni. Questo rapporto di lavoro però non è semplice da instaurare, come detto sopra servono determinati volumi di visite che possano far gola alla azienda che contatterai per inserire il loro banner.

    2) Inserire il banner di una agenzia pubblicitaria che ci consente di monetizzare diverse fasce di settore e di aumentare il guadagno in base alle visite. A differenza di un banner fisso pagato annualmente da una azienda, queste pubblicità si modellano al numero e alla qualità delle visite che frequentano il tuo sito. Se parti con 100 visite ovviamente sarà più remunerativo il banner di una azienda, ma se le visite salgono, anche i banner pubblicitari portano maggiore ricavo in vista dell’aumento delle visite.
    Le maggiori agenzie che offrono pubblicità a piccoli blog son sicuramente:

    1) Google Adsense ( Vedi approfondimento nel capitolo sotto)
    2) The Moneytizer (Clicca qui per iscriverti)
    3) eADV (Iscriviti a questo link)

    Se avete un blog con wordpress e volete un plugin per gestire i banner io vi consiglio di installare questo plugin gratuito Adinsert che potete scaricare a questo link.

    Google adsense per guadagnare con il tuo blog

    Molti utenti alle prime armi si chiedono se inserire pubblicità su un sito WordPress sia una buona idea oppure no.  Agli inizi di internet andava molto il programma di monetizzazione di Google Adsense (Google Adsense è il programma ufficiale di google che permette a chi ha un sito di monetizzare tramite banner le visite del proprio sito web), i cui click sul banner facevano ottenere un profitto.

    La domanda che ti starai ponendo è: qual è il guadagno medio con Google Adsense? Purtroppo non esiste una cifra standard, in quanto esistono delle variabili imprevedibili. per esempio il numero di utenti che fanno click sul banner, qual è il costo in quell’esatto modo (CPC) e quanto stanno pagando gli inserzionisti per quella pubblicità.

    Quindi è inutile chiedere quanto guadagna un blog con 1000 visite al giorno perché in relazione a quello che ti abbiamo spiegato anche questa risposta potrebbe avere delle variabili piuttosto importanti.

    Io stesso monetizzo con alcuni blog di diversi settori, che se analizzati hanno delle differenze enormi, ho siti web che con 1-200 visite fanno gli stessi soldi su Adsense di questo blog che ne fa 1500 al giorno.

    Una cosa differente invece è l’obiettivo:

    1. Iscriviti a Google Adsense o qualsiasi piattaforma che paghi PPC (pay per click);
    2. Informarti sul pagamento per ogni singolo click in base alla tua tematica;
    3. Fai una media rispetto ai tuoi visitatori, quanti effettivamente premono sul banner.

    Se fossi a conoscenza che in quel momento il CPC (Costo per Clic) del tuo settore è di 20 centesimi di euro e il tuo obiettivo sarebbe quello di avere un’entrata giornaliera pari a 30€, sei consapevole che ti occorreranno 150 click unici sui banner a pagamento.

    Anche la disposizione dei banner pubblicitari andrebbe studiata in modo molto accurato, molte volte una cattiva disposizione può farci guadagnare pochi centesimi al giorno a fronte di una possibilità di guadagno giornaliero di qualche euro.

    I Banner Adsense sono utili sul blog per fare piccoli guadagni sopratutto all’inizio, ma ricorda che i banner sono invasivi agli occhi di chi visita, quindi pensa bene se quando avrai altre entrate se mantenere ancora i banner o se scegliere di rendere il tuo blog in wordpress più pulito alla vista del tuo utente. (Capirai più avanti che i soldi di adsense si possono recuperare con un Guestpost in pochi minuti, ma all’inizio le piccole entrate ti aiuteranno a ripagare le spese)

    Guadagnare con un blog WordPress o meglio di no?

    Al di là del fatto che tu possa generare soldi da Instagram, TikTok, YouTube o qualsiasi altra piattaforma di visual content, sappi che guadagnare con un blog Wordpress si può fare ma non è così semplice come molti possano farti credere.

    Dovrai studiare, fare tanta formazione e soprattutto organizzare un planning editoriale e mini business plan che ti faccia avere degli obiettivi a medio e lungo termine, avere un blog è un impegno che va mantenuto se si vuole creare una posizione nel web.

    Il blog non è più una moda del momento, moltissima gente cerca online e si informa ogni giorno su siti realizzati da esperti e volenterosi come te.

    Una volta raggiunti i primi successi, sarai sempre più motivato dal raggiungere gli altri, e una volta arrivato in prima posizione verrai anche ripagato dei duri sforzi.

    Hai ancora dubbi sul fatto che sia possibile fare soldi con un sito internet?

    Commenta scrivendo le tue idee  o esperienze, sarò lieto di poter togliere ogni tuo dubbio.

    Leave a Comment

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    This div height required for enabling the sticky sidebar
    Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :