Home / Tecnologia / Notaio e nuove tecnologie: come cambierà la professione nel futuro

Notaio e nuove tecnologie: come cambierà la professione nel futuro

/
303 Views
img

La tecnologia ha invaso tutto il nostro vivere quotidiano, dal tempo libero al lavoro. Il processo di modernizzazione e di digitalizzazione sembra non voler risparmiare alcuna categoria, neanche una con le radici più solide e profonde come quella notarile. Il notaio è infatti una figura professionale legata, almeno nell’immaginario collettivo, a penne stilografiche, scrivanie pompose e pile di fogli. In realtà, questo ritratto romantico è destinato a mutare, in favore di una maggiore propensione all’utilizzo delle nuove tecnologie. Argomento trattato al 53° Congresso Nazionale del Notariato di fine anno scorso ma quanto mai attuale, vista la rapida messa in funzione della macchina digitale.

Intelligenza artificiale e notariato: una partnership complessa

Sebbene ci sia la ferma volontà di implementare l’intelligenza artificiale nei sistemi automatizzati che riguardano l’ambito notarile (dimostrata dalla presenza al Congresso della professoressa Rita Cucchiara, Direttore del Laboratorio Nazionale di Intelligenza Artificiale e Sistemi Intelligenti del CINI), bisogna notare come la complessità della materia renda, almeno per il momento, impossibile delegare il lavoro ai soli sistemi informatici.

Mansioni semplici a meccanizzabili come la scrittura dei contratti o la raccolta di documenti possono essere svolte da un computer, ma per consulenze o situazioni più spinose la componente umana resta ancora assolutamente indispensabile.

Nell’ambito dell’avvocatura (Usa e Gran Bretagna al momento) esistono già sistemi ben oliati basati sull’intelligenza artificiale per l’analisi dei contratti (KiraSystem) o per la contestazione delle multe (DoNotPay); sembrano essere molto efficienti e in grado di assistere i clienti rapidamente ed in maniera professionale. Tuttavia, non è ancora possibile sostituire una tradizionale consulenza con quella di un robot.

Portali web per la ricerca dei notai

Meno fantascientifico, ma sicuramente efficace, è l’utilizzo della tecnologia in ambito notarile per la ricerca e la richiesta di un preventivo ad un notaio sul web. Diversi portali in rete permettono di trovare il professionista basandosi sulla ricerca geolocalizzata e sulla natura della consulenza.

Basta compilare il modulo di richiesta online per essere in breve tempo contattati dal notaio più vicino, con una proposta di preventivo che non comporta alcun impegno.

Al momento i portali di ricerca online del notaio sembrano essere la risorsa tecnologica più facilmente applicabile al settore; per vedere in azione l’intelligenza artificiale saranno necessari molti anni e numerosi studi applicativi. Come infatti fanno notare giuristi di rilievo quali Carnelutti o Satta, il notaio è un interprete e mediatore della volontà delle parti e, in quanto tale, applica al suo operato un’insostituibile funzione interpretativa e decisionale.

Le macchine sono ideali per meri compiti di catalogazione e reperibilità delle fonti e dei documenti, ma devono sottostare al controllo vigile di un professionista.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :