Hit enter after type your search item

Recensione: Stoner di John Edward Williams

/
/
/
81 Views

Una narrazione spontanea e naturale nel raccontare l’ordinario con una tecnica straordinaria, le emozioni di Stoner ti costringono ad un viaggio introspettivo che potrebbe veramente rivoltarvi lo stomaco.

Alcuni recensori ne parlano negativamente ma credo che sia per l’entusiasmante esperienza che provocherà al vostro stomaco la lettura di questo fantastico romanzo.

Ecco la mia recensione di Stoner

Stoner è un romanzo del 1965 e assomiglia incredibilmente alla storia del suo autore. È una storia di riscatto perché William Stoner «era nato nel 1891 in una piccola fattoria al centro del Missouri, vicino a Booneville, un paesino a circa quaranta miglia Da Columbia, sede dell’Università.»

I genitori erano ancora giovani, al momento della sua nascita, ma a trent’anni il padre ne dimostrava già cinquanta, piegato com’era dalla fatica, dal suo lavoro nei campi. Stoner sogna altro, sogna in grande. Stoner studia, anche su suggerimento del padre e dello sceriffo della contea. Facoltà di agraria, durata quattro anni. Non sarà quella la sua vera vocazione. Stoner comincerà a frequentare il corso di filosofia e quello di storia antica. 

Offerta
Stoner
  • Williams, John Edward (Author)

Quella di William Stoner è una vita usuale, una vita come tante. Ha due grandi amici, Davide Masters e Gordon Finch, che incontra ogni venerdì pomeriggio. Conosce Edith Bostwick e la sposa. Diventa padre di Grace, la figlia amata.

William che per gli amici diventa ben presto Bill, e per la moglie resterà sempre Willy. Una vita spesa per il suo incarico di professore all’Università del Missouri, dove riceve il dottorato di ricerca. Un’esistenza quasi piatta. 

Però Stoner racconta una vita e ci riesce molto bene. È un romanzo straordinario proprio per la capacità di tenere il lettore incollato alle pagine. I drammi di William “Bill” Stoner sono i drammi della quotidianità, quelli di un uomo comune.

Un uomo per indole mite, che non fa a cazzotti, e che anzi sembra accettare passivamente tutto quello che la vita gli riserva. Per la figlia e la moglie ben presto diventa un estraneo. La sua carriera universitaria non decollerà mai del tutto. 

Il romanzo è ordinario, quello che accade è facilmente intuibile agli occhi del lettore. John Williams racconta una vita, dalla nascita del personaggio fino alla sua morte. Tutto regolare, la con qualcosa di speciale.

Non è facile raccontare una storia usuale senza rischiare di annoiare il lettore, ma forse la magnificenza del romanzo è proprio la capacità di fare immedesimare il lettore nella storia.

Tutti hanno avuto almeno una giornata storta, hanno preso almeno una decisione non corretta nella vita, hanno visto tutto nero, poi si sono fermati a riflettere. Nulla di nuovo sotto il sole. Stoner non è un romanzo da colpi di scena, ma il colpo di scena è proprio quello di saper raccontare una vita punto per punto, senza lasciare nulla al caso, e di saperlo fare egregiamente il 332 pagine.

La vita di William Stoner non è idilliaca. Il personaggio di Edith ne sarà la dimostrazione. Una donna sempre al limite, inconsolabile, che si aggrappa alla vita della figlia quasi creda che sia l’unica gioia della sua vita.

La narrazione è scorrevole, il linguaggio essenziale. 

Senz’altro da leggere almeno una volta nella vita.

Offerta
Stoner
  • Williams, John Edward (Author)

Chi è John Edward Williams

John Edward Williams nasce a Clarksville nel 1922. Poeta e romanziere statunitense, la sua carriera non ha pullulato di titoli, ma lui ha ricevuto il National Book Award for Fiction nel 1973 grazie al suo quarto romanzo, Augustus, pubblicato l’anno prima, nel 1972.

La vita di John Edward Williams è piuttosto ordinaria. Nato in una famiglia di modeste condizioni, si iscrisse all’Università di Denver dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, proprio perché durante il Grande Conflitto aveva partecipato in qualità di sergente della United States Army Air Forces in India e in Birmania. Durante gli anni a Denver pubblicò i suoi primi due libri: un romanzo, Nothing but the night del 1948 e una raccolta di poesie, The broken landscape del 1949. La svolta della sua carriera universitaria arrivò nel 1954, quando ottenne un dottorato di ricerca in letteratura inglese all’Università del Missouri.

Bestseller No. 1
Stoner
  • Williams, John Edward (Author)
Bestseller No. 2
Augustus
  • Williams, John Edward (Author)
OffertaBestseller No. 3
Butcher's Crossing
  • Williams, John Edward (Author)
Bestseller No. 4
Stoner: A Novel [Lingua inglese]
  • Williams, John (Author)
OffertaBestseller No. 6
Stoner
  • Williams, John Edward (Author)
OffertaBestseller No. 7
Nulla, solo la notte
  • Williams, John Edward (Author)
Bestseller No. 8
Stoner
  • Williams, John (Author)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :