Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :
img

Gli inglesi di AbF si comprano l’aceto balsamico Italiano Acetum

/
/
/
91 Views

Il fondo  Clessidra disinveste e cede la società emiliana di aceto balsamico alla Associated British Foods. Operazione da 300 milioni di euro, 14-15 volte l’Ebitda

Dopo due anni sotto il controllo del fondo Clessidra, il gruppo Acetum cambia casacca – anzi forse sarebbe meglio dire cittadinanza – e diventa inglese facendo cosi trasferire di residenza il famoso acetum nota azienda di produzione di aceto balsamico. Lo ha acquisito, infatti, la Associated British Foods (Abf), una conglomerata con una buona presenza nel settore alimentare che ha base a Londra e che ha sviluppato nel 2016 un giro d’affari di 13,4 miliardi di sterline (14,75 miliardi di euro al cambi attuale), con 818 milioni di utili netti di gruppo (900 milioni di euro). Abf, che ha acquistato il 100% della società che ha sede a Cavezzo (Mo), è quotata in Borsa dove capitalizza attualmente oltre 25 miliardi di sterline.

Il 90% della produzione Acetum viene esportato

Acetum ha chiuso il 2016 con un fatturato netto consolidato di 103 milioni di euro, il 90% dei quali prodotti all’estero in 60 Paesi circa, Iran compreso dove sembra esserci un buon riscontro dei consumatori.
Acetum, con sede a Cavezzo (Modena), è il maggiore produttore di aceto balsamico di Modena IGP, con due importanti marchi: Fini e Mazzetti l’Originale. È anche specializzata nella fornitura di prodotti private label per i principali gruppi di grande distribuzione internazionale.

Potete trovarli su Facebook a questo indirizzo.

Share
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *