Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :
img

Federico Marchetti vende YOOX per 5 Miliardi

/
943 Views

FEDERICO MARCHETTI VENDE YOOX PER 5 MILIARDI

 

La storia di come un’idea nata in un garage, 18 anni fa, è arrivata a valere 5,4 miliardi e comprata da Richemont.

Da Piol a Renzo Rosso, vediamo come Marchetti è riuscito a creare un’azienda con fatturato di 2,1 miliardi.

Federico Marchetti, ha finora fatto l’imprenditore ma presto sarà dipendente di Compagnie Financière Richemont. Il colosso svizzero che possiede marchi famosi come Cartier, dal 2015, dopo la fusione con Yoox, è primo azionista Ynap (Yoox Net-a-Porter).

Visti gli ottimi risultati riguardanti la società che vende moda online, Richemont ha deciso di lanciare un’Opa amichevole che valuta la società di cui Marchetti è amministratore delegato e azionista, a 5,4 miliardi.

 

MARCHETTI E L’AZIENDA NATA IN UN GARAGE

 Federico Marchetti nasce a Ravenna nel 1969, i cui genitori sono un dipendente Fiat e un’impiegata della Sip. Va a studiare alla Bocconi a Milano e si laurea nel 1993.

Parte per New York per fare una Mba nella Columbia University, dove trova subito lavoro nella consulenza finanziaria.

Una mattina si alza con l’idea di Yoox: il nome nasce dai cromosomi xy e un tocco degli anni 2000.

In quei tempi era difficile persino da immaginare, la possibilità di poter acquistare online prodotti di lusso. Marchetti però, con la sua idea, è stato in grado di renderla concreta e di tramutarla in realtà, una realtà quotata tra le 40 maggiori italiane di Piazza Affari e che vende oggetti di lusso in 180 paesi.

 

MARCHETTI E RENZO ROSSO

 Dal 2000 ad ora, “the geek of chic” (il nerd tecnologico del lusso), così è stato ribattezzato Marchetti dal The New Yorker, ha sempre avuto la convinzione che proteggendo la qualità del servizio e l’autenticità del prodotto, si sarebbe potuto vendere qualsiasi cosa online.

Il progetto Yoox ha trovato i suoi primi sostenitori: nell’ambito del venture, facendosi finanziare da Elserino Piol e nell’ambito della moda, Renzo Rosso di Diesel.

Quest’ultimo, ha investito ed è diventato socio, affidando a Marchetti lo sviluppo di e-commerce di tutti i suoi marchi, iniziando da Diesel e finendo con Marni (l’ultimo brand rilevato dalla sua Obt).

Renzo Rosso spiega a Repubblica, come sin dall’inizio ha creduto e investito in quello che è il business strategico del futuro e come, essendo stato il primo socio importante che ha visto crescere Yoox sotto i propri occhi, gli dispiaccia che un’altra bellissima azienda italiana vada in mani straniere.

Marchetti e Rosso lasceranno l’avventura di azionisti con un assegno di circa 200 milioni di euro a testa. Ma non sarà finita qui.

Per il futuro, Marchetti, vede grandi potenzialità nel settore della privacy. Chissà che non inventi un sito di “criptosicurezza dei dati”, del resto lui per primo è sempre stato un investitore riservato sulla sua vita privata.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This div height required for enabling the sticky sidebar