Home / Parliamone / Cosa sono i bong? Qual è la loro storia e come funzionano?

Cosa sono i bong? Qual è la loro storia e come funzionano?

/
314 Views

Attualmente i bong sono tra le forme più comuni di consuazione della cannabis, soprattutto per ciò che riguarda l’erba piuttosto che il fumo. Conosciuti anche come pipe ad acqua, i bong sono così radicati nella cultura della cannabis che molti consumatori preferiscono addirittura dare un nome proprio ai loro bong… esattamente come si farebbe con un cane, un gatto o un criceto. Sul serio, eh.

Sono moltissimi i modi di consumare la Cannabis, ma tra questi i bong sono quelli che hanno conservato inalterato il proprio fascino per anni. I bong si vedono nei film, si incontrano sui fumetti, si utilizzano con gli amici e si acquistano in qualsiasi negozio specializzato in prodotti relativi alla cannabis oppure online nei negozi affiliati. Certo, si tratta di un oggetto di culto che è particolarmente in voga tra gli estimatori. Alcuni importanti spunti sulle dinamiche ci consumazione della marijuana, specialmente tramite i bong, sono ad esempio raccolte su un sito di “appassionati” all’indirizzo www.cannatris.com, darci un’occhiata può tornare utile qualora si scelga di saperne di più sugli strumenti (tecnologici e non) validi per la vaporizzazione, la combustione e così via.

La storia dei bong

Allora, si dice in giro che la parola “bong” provenga dalla parola thailandese “baung“, che nella tradizione si riferisce a un tubo di bambù rotondo e che ha anche assunto la definizione moderna di un tubo da fumo cilindrico.

Alcuni hanno rintracciato l’uso di una pipa ad acqua per il filtraggio ed il raffreddamento il fumo alla dinastia Ming cinese, quindi un bel po’ di tempo fa.

Altre testimonianze invece mostrano una storia di utilizzo in Africa, dove le tribù costruivano bong di terracotta usando gli stessi principi che ci sono dietro i bong moderni. Esistono persino documenti che attestano l’esistenza di antichi bong fatti in oro puro usati da una razza di guerrieri nomadi in quella che oggi è la Russia.

In più, i bong sono strettamente legati al narghilè, un tipo di pipa ad acqua generalmente utilizzato per fumare tabacco aromatizzato. I narghilè usano un tubicino come bocchino e possono essere progettati per consentire a più persone di godersi il fumo da una singola ciotola.

Oggi i bong possono assumere molte forme e dimensioni, ma le versioni più comuni sono quelle soffiate a mano da artisti vetrai che fondono scienza e arte, creando capolavori che sono allo stesso tempo belli e funzionali. Comunque, però, non è stato sempre così. Durante tutta la sua evoluzione il bong è stato realizzato anche con materiali come legno intagliato a mano, bambù, ceramica e persino plastica.

C’è da dire che molti apprezzano l’abilità di modellare qualsiasi cosa in un bong, dalle bottiglie d’acqua naturale da mezzo litro fino ai cocomeri e tutto ciò che sta in mezzo.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :