Home / Uncategorized / I comandi personalizzati su Google Assistant esistono, come configurarli

I comandi personalizzati su Google Assistant esistono, come configurarli

/
76 Views

Se anche tu rientri tra i numerosi utenti che vogliono i comandi personalizzati su Google Assistant, non ti resta che seguire la nostra guida passo dopo passo, e configurare l’assistente virtuale di Mountain View a seconda delle tue preferenze.

Potrai sia aggiungere nuovi comandi che personalizzare quelli già esistenti, in base a ciò che ti piace di più. Pochi mesi fa, la stessa azienda californiana ha aggiunto l’opzione “routine” per dare la possibilità di programmare i propri piani basati sul proprio stile di vita.

La guida per personalizzare i comandi su Google Assistant

Impostare e personalizzare la routine sull’assistente virtuale di Big G non affatto difficile, ecco il percorso da seguire:

  1. Apri l’applicazione di Big G e clicca sull’icona situata in basso a destra
  2. Poi cliccare su impostazioni (si trova sotto la voce Google Assistant)
  3. Successivamente vai suAssistente Google
  4. Spostati sulla schedaAssistente
  5. Clicca suRoutine

Da qui in poi potrai gestire i comandi come meglio credi e cambiare le azioni basate sul

  • Buongiorno
  • Buona notte
  • A casa
  • Fuori casa
  • Tragitto per andare a lavoro
  • Tragitto per tornare a casa

Le azioni che abbiamo trascritto qui sopra, Google le ha rese disponibili per tutti i device “mobile, desktop, Home” purché abbiano installato almeno la versione Android 6.0 e successive.

Google Assistant su versioni precedenti ad Android 6.0

Qualora avessi una versione più obsoleta, sull’assistente virtuale di Big G potresti non trovare la funzione di routine, ma avresti comunque la possibilità di impostare il Voice Match per far riconoscere al sistema la tua voce e gestire la domotica.

Chiaramente quest’ultima integrazione ti consentirà di aggiungere le stanze in cui vuoi che ci sia il controllo domestico, in merito a quei dispositivi smart home che utilizzi per dare quest’ultimi comandi. Nella lista di cose che puoi fare:

  • Dare comandi per l’intrattenimento
  • Gestire le luci delle stanze
  • Regolare i termostati
  • Controllare tutte le prese che definiamo smart
  • Gestire videocamere e sistemi di sicurezza
  • Dar comandi agli elettrodomestici

Se non hai idea di quali dispositivi acquistare per gestire questi comandi, ti consigliamo di dare un’occhiata alla lista dei device smart home di Google. In questo link troverai catalogati tutti quegli accessori che appunto, ti daranno l’opportunità di eseguire una delle azioni spiegate precedentemente.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This div height required for enabling the sticky sidebar
Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views : Ad Clicks :Ad Views :